Gli Angeli Bed & Breakfast, Siena

Dintorni

Siena

Il critico d'arte americano Bernard Berenson, arrivato a Siena per studiare i pittori, s'innamorò della città e vi rimase un intero inverno. Ecco le sue parole:
"Non vi è niente di simile a Siena nel nostro mondo. E' una città medievale completa, quasi una bestia unica, con il cuore, le arterie, la coda, le zampe e i denti. Adesso è rimasto lo scheletro, ma intero, sufficiente per meravigliarci. Stetti a Siena come non saprei ripetere. La testa in su, la bocca aperta: avrebbe potuto piovermi dentro...".

La terra di Siena

La terra di Siena è soprattutto terra di collina... I senesi hanno tanto amato le colline da costruirci la loro città. Siena, infatti, sorge su tre colli, dove costruire era duro e difficile, ed il TUFO, terra su cui poggia, è talmente particolare e diversa, da aver dato il nome ad un….colore!
E' un giallo ocra, che nei colori troviamo descritto, appunto, come "color terra di Siena".
E' con questo tufo che viene ricoperta la "pista" di Piazza del Campo durante il famoso "Palio di Siena" (2 luglio e 16 agosto).

Le acque di Siena

Altrettanto particolare è la storia della acque di Siena, a cominciare dal leggendario fiume "la Diana" che oggi da il nome all'associazione che si occupa dello studio e della tutela dei "Bottini", delle Fonti monumentali e di tutto il patrimonio storico, culturale legato alle Acque di Siena.
I Bottini non sono altro che un'antica e bellissima rete di acquedotti, risalenti al Medio Evo, che si snoda sotto le strade, in rigorosa "pietra serena", della città, mentre le grandi e le piccole fonti sono presenti in tutto il territorio. Queste monumentali costruzioni resero possibile la vita in una città distante dai grandi corsi d'acqua, ed oggi rappresentano una delle innumerevoli bellezze da visitare.

Il Palio di Siena

Per conoscere e capire bene il "Palio" si deve venire a Siena e vedere che nell'antico "fossile" di Berenson continua a palpitare la vita, che i palazzi gotici sono ancora abitati, che nelle antiche contrade si vive, si gioisce, si soffre, soprattutto si fa parte di una "comunità" in cui ognuno da il proprio contributo.
Ogni contrada è come un piccolo stato, coi suoi organi direttivi, il suo museo, il suo bar, la sua cucina, i suoi spazi dove far giocare i più piccoli, la sua "fontanina", la sua chiesa, il suo parroco... Ed è l'amore per la propria contrada, l'amore per la tradizione che ci hanno lasciato i nostri padri e i nostri nonni, che riesce a far muovere questa organizzazione grandiosa.
Durante i giorni del Palio questi piccoli stati sono "in guerra" tra di loro ed è allora che lo spirito competitivo e battagliero dei senesi emerge in tutto il suo splendore e la sua energia.

La città

Troppo facile parlare poi, delle bellezze della città: dal Duomo, una delle più belle cattedrali della Cristianità, alla Piazza del Campo con la Torre del Mangia e il Palazzo Pubblico; dalle sue innumerevoli chiese, ai musei antichi e moderni; dalle ancora intatte Mura medievali con le maestose Porte, alla magia dell'inestricabile ragnatela di vicoli, archi e piazzette. Siena è tutta da visitare, perché, come ha detto Berenson, lo scheletro è ancora lì tutto intero.

Le 4 perle delle terre di Siena

L'UNESCO ha dichiarato patrimonio dell'umanità:
Siena, San Gimignano, Pienza, la Val d'Orcia.

La Provincia

Tutte le terre di Siena sono terre di Collina.
A nord di Siena, troviamo le splendide colline del Chianti caratterizzate da un susseguirsi di uliveti, borghi medievali, castelli, vigneti, cantine, e fattorie, dove si produce "il Chianti", uno dei più rinomati vini al mondo (Castellina in Chianti, Radda in Chianti, Gaiole in Chianti).
Al confine col chianti troviamo la Val d'Elsa, tratteggiata dal fiume Elsa. Terra meno frequentata dai turisti e che, forse proprio per questo, mantiene intatte le tradizioni del buon vino, del buon mangiare e degli antichi casolari contadini (Casole d'Elsa, Colle di Val d'Elsa, Monteriggioni, e San Gimignano).
La Val di Merse è solcata dall'omonimo fiume che i senesi chiamano "il mare di Siena", con acque pulite e cristalline, che a momenti si nascondono nel bosco ombroso, a tratti escono allo scoperto, mostrandosi ai visitatori nelle splendide valli soleggiate dove non è insolito vedere, durante l'estate, i senesi fare il bagno. In questa valle sorge bellissima l'Abbazia di San Galgano in stile gotico, che tutti chiamano "la chiesa scoperchiata" per aver come tetto il cielo e come pavimento un bellissimo prato erboso. Nella collinetta di fianco sorge la Chiesa consacrata con la famosa "spada nella roccia"(Murlo, Monticiano, Chiusdino).
Le Crete Senesi sono il paesaggio più essenziale e semplice delle terre d Siena. Un territorio primordiale, argilloso, brullo, interrotto qua e là da piccole cupole di terra alte pochi metri, con piccoli angoli caratteristici disegnati da un cipresso o da un antico podere, da un casale o da una stradina di campagna.
E' qui che troviamo la splendida Abbazia di Monte Oliveto coi monaci olivetani in una meravigliosa collina nei pressi di Buonconvento.
La Val d'Orcia è l'ultima zona a sud della provincia di Siena e uno dei suoi fiori all'occhiello. Qui la popolazione ha ancora un forte legame con la terra e coi mestieri tradizionali. Le sue crete, un tempo, spaventavano i viaggiatori della strada romana, con i profili che diventano d'improvviso duri e taglienti, per poi ammorbidirsi nei vigneti e nelle dolci curve delle colline.
Qui troviamo la meravigliosa abbazia di Sant'Antimo, luogo di musica sacra, famosa per i canti gregoriani, San Filippo e Bagno Vignoni, note per le loro acque termali, Montalcino, patria del "Brunello", uno dei migliori vini rossi del mondo, Pienza, la città d'autore voluta da Papa Pio II.
Ad est, si trova la Val Di Chiana, antica terra degli Etruschi, che abbraccia la bellissima cittadina cinquecentesca di Montepulciano, famosa per il suo vino, il "Nobile". Di rilievo anche Chianciano Terme e San Casciano dei Bagni, con le loro acque termali.

Le città vicine

Oltre alla meravigliosa provincia, Siena è un ottimo punto di partenza per visitare la città rinascimentale di Firenze (60 km), Grosseto (70 km) con la sua provincia piena di splendide coste, Volterra (60 km) con le sue tombe etrusche, Arezzo (km 75) con la sua "piazza grande", Lucca (130 km) con le sue antiche mura, Pisa (km 160) con la sua famosa "torre pendente" e tante altre stupende bellezze della Toscana.

Siena, Palazzo Pubblico

Siena, il Palio

San Gimignano

Colle di Val d'Elsa

Casole d'Elsa

Abbazia di San Galgano

Monticiano

Pienza

Abbazia di Monte Oliveto

Crete Senesi

Cybermarket Web Agency